Purè di fave e cicorie

Il Piatto Giusto per …..Invitare uno Chef stellato!

Giorni fa ho invitato a cena lo Chef stellato Antonio Abbruzzino. In molti mi hanno detto che ero un’incosciente, gli altri mi hanno chiesto cosa mai avrei potuto preparare. Conosco e stimo Antonio da alcuni anni e reputandolo un grande maestro ero certa che sarebbe venuto a cena, a casa nostra, per il piacere di stare insieme e non certo per giudicare la mia cucina. Quindi piatti poveri e semplici, tipici della mia città di origine, come il Purè di fave e cicorie. Lui e Rosetta sembrano aver gradito, speriamo piaccia anche a voi…..

Punteggio ricetta

  • (5 /5)
  • 5 ratings

,

Istruzioni

  1. La sera prima mette a bagno le fave sgusciate in abbondante acqua fredda.
  2. La mattina seguente lavare abbondantemente le fave e porle in una pentola con acqua fredda. Aggiungere le patate lavare, pulite e tagliate a tocchetti. Cuocere a fuoco basso per circa due ore durante le quali è necessario eliminare, con una schiumarola, la schiuma che si forma in superficie. Girate di tanto in tanto in modo da sfaldare le fave che a fine cottura diventeranno il nostro purè. Salare.
  3. Intanto lavare bene la cicoria e calarla in acqua bollente salata per 8/10 minuti. Scolare e saltare in padella con olio evo, uno spicchio di aglio intero e un peperoncino.
  4. Impiattare il purè di fave con vicino la cicoria in modo che non si mescolino, condire il purè con un filo di olio a crudo. fritti. Per rimanere più leggeri i tocchetti di pane si posso tostare al forno.
  5. Noi leccesi accompagniamo questo piatto con pezzetti (muersi) di pane casereccio fritti. Per rimanere più leggeri i tocchetti di pane si posso tostare al forno.

Be Social

About Chef

Ricette correlate